Siete in Home / CELVA / Il Consorzio degli enti locali / Il Report di Attività

Il Report di Attività

Il Consorzio degli enti locali della Valle d’Aosta lavora per dare voce ai 74 Comuni, alle 8 Unités des Communes valdôtaines e al Consorzio BIM: le istanze, i bisogni e le prospettive di sviluppo dei nostri enti soci sono il nostro primo e irrinunciabile punto di riferimento.

Nel corso del 2018 il CELVA ha affrontato un percorso di grande ripensamento organizzativo di vertice, reso necessario da un nuovo quadro normativo di riferimento, profondamente mutato sia dal punto di vista degli organi sociali, sia in materia di acquisti, selezione del personale e trattamento dati.

Al Consorzio si applicano infatti le norme relative alle società partecipate e, più in particolare, al decreto legislativo n. 175 del 2016, che prevedono come l'organo amministrativo delle società a controllo pubblico sia costituito da un Consiglio di Amministrazione composto da tre o da cinque membri. Inoltre, come previsto dal nostro Statuto, i componenti del Consiglio di Amministrazione non possono essere nominati per un periodo superiore a tre esercizi sociali e cessano nella loro carica alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo all'ultimo esercizio della loro carica. Alla luce di tali riferimenti, si è reso dunque necessario, durante l’ultimo anno, procedere alla determinazione del numero di componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione e all'elezione dei nuovi componenti.

Il 2018 è stato per il Consorzio un anno in cui si sono dovute applicare anche le diverse norme che caratterizzano le società partecipate a controllo analogo congiunto: dalla selezione del personale, che passa necessariamente attraverso prove selettive concorsuali, all'applicazione del cosiddetto “Codice degli appalti”, che ci ha impegnati in una procedura di gara complessa, quale quella della riscossione coattiva delle entrate patrimoniali e tributarie degli enti locali. Non da ultimo, le novità introdotte dal Regolamento Europeo UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali (GDPR) hanno imposto agli enti locali e al CELVA uno sforzo rilevante di adeguamento del proprio sistema Privacy alle nuove disposizioni. Ulteriori responsabilità per gli amministratori locali e un impatto rilevante sull'attività degli uffici, ai quali il CELVA ha saputo fornire un supporto formativo e operativo, parallelo alle azioni messe in campo internamente al fine di garantire il rispetto delle nuove disposizioni anche per il Consorzio.

Ciò non toglie che, pur in un anno di radicale transizione, la nostra organizzazione sia stata capace di promuovere importanti risultati. Come evidenziano i numeri del presente Report di attività, nel 2018 abbiamo consolidato soprattutto il servizio associato consulenza, che in alcune linee di prodotto, quali “Colloquia Incontra il consulente” o Fines, si confermano come elementi irrinunciabili nel nostro bouquet di servizi. Dall'esigenza di rispondere alle necessità dovute alla continua produzione normativa del legislatore, insieme alla specificità del contesto regionale, sono stati attivati i servizi di consulenza anche per gli uffici che sì occupano di Contabilità. Sotto il profilo delle iniziative progettuali, il progetto di educazione alla cittadinanza “La Commune à l’Ecole”, giunto alla terza edizione e fortemente voluto dagli amministratori degli enti locali, si è confermato quale iniziativa di grande successo e partecipazione istituzionale, capace di anticipare bisogni informativi e formativi legati alla Costituzione e alla cittadinanza, recentemente al centro di un’iniziativa di legge popolare promossa da Anci sul territorio nazionale. Sono questi gli elementi di valore per il nostro territorio che devono essere preservati e implementati.

Per questo ringrazio i colleghi del Consiglio di amministrazione che si sono succeduti in questa sfida, oltre al personale che si è quotidianamente impegnato nella progettazione e nella gestione di dossier complessi. In un mondo che cambia velocemente, esserci quando serve dev'essere la costante capace di distinguere le attività del CELVA a favore dei nostri enti locali.

 

Franco Manes, Presidente del CELVA