Siete in Home / CELVA / Novità legislative / Anticorruzione e trasparenza / Relazione RPCT

Relazione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza

I Responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) sono tenuti a compilare un'apposita scheda per la predisposizione della relazione prevista all'art. 1, comma 14, della legge 90/2012 sull'efficacia delle misure di prevenzione definite nei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza.
Secondo quanto previsto dal Piano Nazionale Anticorruzione, la relazione annuale deve contenere un nucleo minimo di indicatori sull'efficacia delle politiche di prevenzione della corruzione con riguardo ai seguenti ambiti: gestione dei rischi, formazione in tema di anticorruzione, codice di comportamento, altre iniziative e sanzioni.
Con comunicato del Presidente del 21 novembre 2018, l'ANAC ha pubblicato la scheda per l'anno 2018 per la predisposizione e la pubblicazione della relazione annuale del RPCT, apportando lievi modifiche rispetto alla scheda pubblicata nel 2017.

Termini per la redazione della relazione

Il RPCT di ciascun ente locale è tenuto a redigere la relazione entro il 31 gennaio 2019, in applicazione del provvedimento disposto con il Comunicato del Presidente ANAC del 21 novembre 2018.
Tale termine per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione è stato prorogato per consentire ai RPCT di svolgere adeguatamente tutte le attività connesse alla predisposizione dei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza entro il 31 gennaio 2019.

Modalità di pubblicazione e trasmissione della relazione

La Relazione dovrà essere pubblicata esclusivamente sul sito web istituzionale di ogni ente, entro il 31 gennaio di ogni anno, nella sezione “Amministrazione trasparente”, sottosezione “Altri contenuti-Corruzione”.
La scheda contenente la Relazione deve essere pubblicata nello stesso formato rilasciato dall'Autorità (non scansionato), in modo da permettere ad ANAC l'elaborazione dei dati.

Organo competente all'adozione della relazione

La relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge 190/2012, è atto proprio del RPCT e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.
Qualora all'interno dell’ente manchi temporaneamente, per qualunque motivo, il RPCT, la relazione dovrà essere comunque predisposta e pubblicata a cura dell'organo competente all'adozione del PTPCT che, come previsto dall'art. 1, comma 8, della legge 190/2012, è l’organo di indirizzo politico.