Siete in Home / ATTUALITÀ / InfoCELVA / Notizie in primo piano

Un Dono è il più bel regalo di solidarietà

Categoria: Celva, Data: 29 dicembre 2020

La solidarietà dei valdostani, in un momento difficile per tutti, si è potuta apprezzare anche durante la campagna di solidarietà per la “cancelleria sospesa”, lanciata quest’estate. Ora, con l’avvicinarsi del Natale, parte la nuova campagna per il “giocattolo sospeso” per donare un regalo,  tramite leorganizzazioni di volontariato, ai bambini delle famiglie valdostane in difficoltà economica. Promossa dal CSV, la campagna ha raccolto l’adesione dell’Associazione Librai Italiani, di Confcommercio e del Consorzio degli enti locali della Valle d’Aosta e sarà attiva su tutto il territorio valdostano fino al 6 gennaio 2021.

L’iniziativa è semplice, ma il suo spirito è coinvolgente: nelle librerie, cartolibrerie, negozi di giocattoli, ipermercati e tabaccherie aderenti, sarà possibile acquistare ogni tipo di giocattolo da donare per Natale ai bambini di famiglie valdostane in difficoltà economica, depositandolo negli appositi scatoloni. 

La campagna di solidarietà, per il Presidente del CSV Valle d’Aosta, Claudio Latino, vuole essere un segnale della capacità di reagire e di venirsi incontro dei valdostani: “Con l’iniziativa del “Giocattolo sospeso” si concretizza, ancora una volta, la propensione al Dono, alla solidarietà concreta dei cittadini e delle cittadine valdostane e degli esercizi commerciali. Attraverso un piccolo gesto potremo regalare un sorriso e una speranza a chi è rimasto indietro, in particolar modo ai più piccoli. Siamo consapevoli che da questa emergenza ne usciremo, con forza, se sapremo far prevalere il senso compiuto di una comunità solidale”.

Un ruolo importante – in questa iniziativa solidale e, soprattutto, in questa fase emergenziale – è ricoperto dagli enti locali. Franco Manes, presidente del CELVA, sottolinea come “in questo periodo storico così cpmplesso, la solidarietà tra le persone rappresenta una risorsa insostituibile. Come amministratori abbiamo il dovere di pensare alle famiglie in difficoltà, e soprattutto ai nostri concittadini più piccoli. Promuovere il “giocattolo sospeso” per regalare qualcosa a chi rischia di non poter festeggiare il Natale ha una grande importanza di coesione sociale: ognuno di noi può offrire qualcosa, così come chiunque si può trovare in uno stato di necessità. È in iniziative come queste che si tocca con mano il valore del dono, e il CSV ha il grande merito di raccogliere i bisogni e di creare reti per farvi fronte”.

In un anno difficile come quello che stiamo vivendo – ha dichiarato Clara Acerbi, Presidente dell’Associazione Librai Italiani Valle d’Aosta – anche il Natale sarà un Natale diverso. Pensiamo, però, che tutti i bambini debbano poter festeggiare e ricevere un dono e, visto il successo dell’iniziativa della “cancelleria sospesa”, con il CSV abbiamo voluto dare un segnale lanciando la campagna solidale per il giocattolo sospeso”.

Per Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio Valle d’Aosta, l’iniziativa ha un duplice valore: “Siamo lieti di poter promuovere tale importante iniziativa in un periodo storico così drammatico e complicato per la nostra economia. Ci auguriamo di riuscire a raggiungere i risultati positivi conseguiti con la passata iniziativa sulla “cancelleria sospesa”. Va sottolineato quanto sia importante acquistare un regalo in un negozio di vicinato, a maggior ragione l’obiettivo di questo Natale è di non incrementare i profitti di varie piattaforme web. È importante chiedere ad amici e familiari acquisti rivolti ad un’attività imprenditoriale locale che potrebbe essere anch’essa in difficoltà. Per lo shopping natalizio facciamo un duplice gesto utile: dare la possibilità ad alcuni bimbi di poter comunque ricevere un dono nonostante le difficoltà familiari ed aiutare un negozio di vicinato che, senza il nostro shopping, rischia di soffrire maggiormente l’attuale situazione di crisi anche economica. La missione di Confcommercio VdA e per la quale l’Associazione stessa si sta battendo è quella di difendere ed incentivare l’acquisto nelle piccole attività imprenditoriali locali che senza il nostro aiuto rischiano di morire”.

Anche un piccolo regalo per Natale per i bambini è un sorriso, una giornata di gioia in questo mare di incertezza che colpisce molto anche loro”, sottolinea Elettra Crocetti, consigliera del CSV.

L’elenco degli esercizi aderenti è in continuo aggiornamento ed è disponibile sul sito internet del CSV, ed al momento comprende i seguenti:

AOSTA

– Cartolibreria BrivioDue, Corso Lancieri 2

- Cartolibreria BrivioDue, Piazza Chanoux 28

- Libreria A La Page, Via Porta Pretoria 14

– Tabaccheria Navarretta, Piazza Chanoux 28

- Gros Cidac, Via Paravera 4

- Irolù Giocattoli, Via Chambéry 164

- Il Paradiso dei bimbi, Via Croce di Città 55

- Libreria Aubert, Via Aubert 46

AYMAVILLES

- Cartolandia, Frazione Glassier 1

CHATILLON

– Cartolibreria Francisco Nicoletta, Via Chanoux 166

- Cartolibreria Magie di Carta, Via Tollein 7

- Edicola Giocattoli Rollandin Maurizio, Via Pellissier 36

COURMAYEUR

– Libreria Buona Stampa, Via Roma 4

- Tabaccheria Luboz, Via Roma 57

ISSOGNE

– Bazar di Sandra, Località La Place

MORGEX

– Tabaccheria Veticoz, Piazza Assunzione

- Cartolibreria Valdigne, Via Gran San Bernardo 24

NUS

– Luna di Carta, Via Aosta 3

POLLEIN

– Carrefour, Località Autoporto

PONT-SAINT-MARTIN

– Cartolibreria Rigoli, Via E. Chanoux, 77

PRE-SAINT-DIDIER

– Tabaccheria di Carola Bovio, Avenue du Mont Blanc 46

SAINT-MARCEL

– Tabacchi, giornali e alimentari di Roberta Morabito, Frazione Prelaz 78

SAINT-PIERRE

– Tabaccheria Chabod, Rue de la Liberté 66

- L’Oggettiere del Borgo, Rue de la Liberté 62

VERRÈS

– Cartolibreria Rigoli, Via Duca D’Aosta, 34

VILLENEUVE

– Tabaccheria di Cherry Patruno, Via Cerlogne 6

Galleria fotografica

Locandina giocattolo sospesoaa aa
Notizia 32 di 1973