Siete in Home / SERVIZI ASSOCIATI / Consulenza / Fines modulistica / Cittadini, professionisti e imprese / Tributi e imposte

Ravvedimento operoso

Tributi e imposte

I modelli in formato pdf sono compilabili e possono essere salvati con i dati inseriti e modificati in qualsiasi momento. Per assicurare tutte le funzionalità dei modelli tipo è opportuno scaricare la versione XI di Adobe reader.

Alcuni modelli tipo presenti in questa sezione possono essere trasmessi agli enti locali direttamente via web tramite l'apposito servizio online. Clicca sul link, scegli il Comune al quale trasmettere la tua istanza, accedi con le credenziali della TS/CNS e compila!
Per maggiori informazioni sui servizi online visita la sezione dedicata .

Con l’art. 10 bis del decreto fiscale 124/2019, convertito dalla legge 157/2019 e collegato alla legge 160/2019 (legge di bilancio 2020), dal 25 dicembre 2019 è possibile regolarizzare con il ravvedimento operoso la totalità delle entrate tributarie, comprese quelle di competenza degli enti locali (come IMU e TARI), indipendentemente dal ritardo rispetto ai termini previsti di versamento del tributo (anche anni).

Con il ravvedimento operoso, di cui all’art. 13 del d.lgs. 472/1997, è possibile regolarizzare omessi o insufficienti versamenti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni: anche se sono iniziate altre attività di accertamento (notifica di inviti a comparire, richiesta di esibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate al debitore inadempiente. Il ravvedimento operoso è inibito esclusivamente dalla notifica degli atti di liquidazione e di accertamento.

NB: il servizio online FINES “13.t Comunicazione ravvedimento operoso” è momentaneamente sospeso per l’aggiornamento alle nuove disposizioni normative, di cui sopra.

Torna agli argomenti