Siete in Home / PROGETTI / La Commune à l'École / Concorso educativo

Concorso educativo edizione 2021/2022

Anche per l'anno scolastico 2021/2022, La Regione autonoma Valle d’Aosta, il Consiglio regionale della Valle d’Aosta e il Celva, nell'ambito dei Rendez-vous citoyens, promuovono i concorsi educativi "La Commune à l'École" e "Un Conseil pour l’École".

La finalità dei concorsi educativi è di avvicinare gli studenti alle istituzioni comunali e regionali attraverso una conoscenza più approfondita delle competenze e del funzionamento degli organismi che le regolano, senza dimenticare la storia e le specificità della Regione autonoma Valle d'Aosta.

Il concorso "La Commune à l'École", nello specifico, è rivolto ai piccoli cittadini frequentanti la scola dell'infanzia e la scuola primaria.

I titoli dei concorsi educativi per questo anno scolastico sono:

  • per la categoria Scuola dell'infanzia: Aiuto! Aiuto! C'è qualcosa che non va? Chi mi può aiutare? Impariamo a conoscere e a collaborare con le associazioni che operano nel comune per garantire la nostra sicurezza.
  • per la categoria Scuola primaria: Se avessimo la bacchetta magica ... il nostro comune lo vorremmo così. Esploriamo e raccontiamo il nostro comune per capire come trasformarlo in un paese a misura di bambino, che garantisca un futuro a tutti i suoi abitanti.

In palio per le classi vincitrici ci sono escursioni e laboratori didattici sul territorio

Premiazione del 17 maggio 2022

La classe unica della scuola dell'infanzia di Oyace dell'Istituzione scolastica Grand Combin e le pluriclassi della scuola primaria di Challand-Saint-Victor dell'Istituzione scolastica Luigi Barone si sono aggiudicate il primo premio del concorso "La Commune à l'École". Il concorso era suddiviso in due categorie: la prima, rivolta alla scuola dell'infanzia, per imparare a conoscere e a collaborare con le associazioni che operano nel comune per garantire la nostra sicurezza; la seconda, per la scuola primaria, portava all'esplorazione del proprio comune per capire come trasformarlo in un paese a misura di bambino.

A consegnare i riconoscimenti oggi, martedì 17 maggio 2022, con il ritorno di una cerimonia in presenza nella Sala Maria Ida Viglino di Palazzo regionale, sono stati il Presidente e i Vicepresidenti del Consiglio Valle, l'Assessore regionale all'istruzione e il Sindaco di Charvensod in rappresentanza del Celva, promotori del concorso nell'ambito dei "Rendez-vous citoyens" ai sensi della legge regionale n. 6/2006 per incentivare la partecipazione civica sul territorio.

La classe di Oyace, che è andata alla scoperta dei Vigili del fuoco volontari di Oyace e degli Alpini di Bionaz accompagnata dalla mascotte "la souris Mimì", ha vinto il primo premio della categoria scuola per l'infanzia con la seguente motivazione: «Il progetto presentato è risultato didatticamente capace di sviluppare negli alunni creatività e problem solving. I bambini hanno potuto sperimentare la loro autonomia e dimostrare responsabilità civica, grazie alla ricaduta sul territorio di cui l’attività “La panchina della gentilezza” è portatrice. Gli alunni e le maestre hanno saputo, infatti, lavorare costruttivamente in collaborazione con il territorio e le istituzioni comunali.»

Le pluriclassi di Challand-Saint-Victor, con il progetto di recupero di uno spazio adiacente alla scuola per trasformarlo in orto, si sono aggiudicate il primo premio della scuola primaria con la seguente motivazione: «Particolarmente apprezzata è stata la capacità di ipotizzare interventi migliorativi sul territorio e di metterli in pratica attivamente, sperimentando l’importanza del ruolo di ogni cittadino all’interno della comunità. La pedagogia che traspare, ispirata all’outdoor education e all’utilizzo delle nuove tecnologie, è risultata innovativa ed efficace, anche in risposta alle sfide dell’emergenza pandemica.»

Altri quattro premi sono stati assegnati durante la cerimonia.

Per la categoria "scuola dell'infanzia", il secondo premio è stato consegnato alle classi A, B e C del plesso di Prati Nuovi dell'Istituzione scolastica Elio Reinotti, che hanno realizzato spot pubblicitari, cartelloni e video per far conoscere i Vigili del fuoco volontari di Pont-Saint-Martin. La motivazione della giuria: «Il progetto presentato è risultato originale e creativo. Particolarmente apprezzato è stato l’utilizzo di strategie didattiche innovative, come la creazione e l’utilizzo di una boîte à histoires. I bambini, sviluppando il loro spirito civico e, sostenuti dalle maestre, hanno imparato a conoscere le istituzioni comunali e svolto attivamente il loro ruolo di cittadini, aiutando i Vigili del Fuoco a farsi conoscere e a trovare nuovi volontari.»

Il terzo premio è andato alle classi A e B del plesso di Plan Félinaz, dell'Istituzione scolastica Mont Emilius 3, con il progetto a favore della "Casa delle associazioni" di Charvensod. La motivazione: «Il progetto presentato ha evidenziato una particolare ricchezza di rielaborazioni didattiche, originali e innovative, e si è chiaramente caratterizzato per la sua trasversalità e il coinvolgimento attivo dei bambini. Questi ultimi, inoltre, hanno avuto modo di lasciare un segno nel loro territorio attraverso la creazione di un’opera in argilla da posizionare all’ingresso della "Casa delle associazioni".»

Per la categoria "scuola primaria", ad aggiudicarsi il secondo premio è stata la classe 5ª del plesso di Arvier dell'Istituzione scolastica Maria Ida Viglino, che ha proposto di arricchire il sentiero che porta alla panchina gigante inaugurato quest'anno. La motivazione della giuria: «Il progetto presentato si è caratterizzato per la stretta connessione con il territorio e la visibilità del lavoro svolto dagli alunni. L’idea di intervenire con cartelloni esplicativi, nel percorso verso la Big Bench, permetterà alla popolazione di appropriarsi dello spazio comunale in un modo nuovo e maggiormente significativo. Anche in questo caso la didattica outdoor ha permesso ai bambini di consolidare le loro competenze di educazione civica.»

Il terzo premio è stato consegnato alle classi 2ª e 5ª del plesso di Moron dell'Istituzione scolastica Abbé Trèves, che attraverso la "Nuvola di parole" hanno immaginato di trasformare la propria scuola e alcuni edifici in disuso. La motivazione: «Il progetto, molto ricco e approfondito nell’analisi del funzionamento delle istituzioni, ha evidenziato una altrettanto ricca proposta di miglioramenti attuabili sia nel futuro, quali le riqualificazioni di aree e spazi comunali, sia attraverso semplici azioni in cui i bambini si impegnano in prima persona (fioriere davanti alla scuola, insegna della scuola, murales).»

I premi consistono in un buono per un’escursione didattica guidata sul territorio di una giornata (per i primi classificati) e di mezza giornata (per i secondi) e di un laboratorio didattico in classe (per i terzi), tutti dedicati all’approfondimento ambientale, paesaggistico e naturalistico.

Classi vincitrici Prima Infanzia

Classi vincitrici Primaria