Siete in Home / SERVIZI ASSOCIATI / Consulenza / Adhoc pareri / Archivio consulenze

Affidamento del servizio di refezione scolastica e assistenza A.S. 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022

Data richiesta: 25 Giugno 2020

Area tematica: Codice dei contratti pubblici

Ente richiedente: Valgrisenche

Problema riscontrato

Con deliberazione della Giunta comunale n. 58 del 18 luglio 2017, avente ad oggetto “Affidamento del servizio di refezione scolastica e assistenza A.S. 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022: approvazione avviso pubblico gara aperta. CIG Z941F89291”, sono stati approvati gli atti di gara relativi al servizio di refezione scolastica e assistenza A.S. 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022.
In particolare si evidenzia quanto segue:
1. Oggetto, compiti, importo e durata del servizio.
L’Amministrazione Comunale di Valgrisenche ha l'obiettivo di individuare l’operatore economico al quale affidare, il “Servizio di refezione scolastica e assistenza per i bambini delle scuole materna ed elementare di Valgrisenche per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022 a partire da settembre 2017” del Comune di Valgrisenche.
In ragione di ciò, il Comune di Valgrisenche, con deliberazione della Giunta comunale n. 58 del 18 luglio 2017 è stato approvato il presente avviso ai sensi dell'art. 36 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii, da aggiudicare mediante il criterio del prezzo più basso determinato mediante ribasso percentuale sugli importi posti a base di gara.
I pasti dovranno essere prodotti e serviti presso i locali del baby club ubicati al 3° piano del palazzo comunale.
Il Comune di Valgrisenche con Deliberazione di Giunta n. 72 del 18/08/2011 ha deliberato di sostenere il progetto “mensa a km 0” per la valorizzazione e promozione della filiera corta dei prodotti agricoli e agroalimentari valdostani nei sevizi di refezione scolastica e di mensa.
Il menù indicativo da corrispondere è quello approvato dall’USL e dal CELVA (vedi copia allegata a titolo esemplificativo), ma l’assuntore del servizio concorderà con l’amministrazione il menù effettivo di somministrazione.
L’assuntore del servizio di refezione scolastica dovrà provvedere preparazione alla somministrazione dei pasti, e all’assistenza degli scolari durante lo svolgimento del servizio, che si svolgerà nei giorni di lunedì, martedì e giovedì dalle ore 12.00 alle ore 14.00, per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022 a partire da settembre 2017 ed in particolare:
1. accompagnamento dei bambini dalla scuola alla sala della refezione e viceversa;
2. preparazione dei pasti presso la cucina posta al 3° piano dell’edificio municipale, locali adiacenti alla refezione, che l’Amministrazione comunale mettere a disposizione dell’aggiudicatario del servizio;
3. porzionamento, distribuzione e mescita dei pasti;
4. lavaggio e pulizia delle stoviglie e della sala mensa utilizzate per il pasto;
5. riordino dei giochi utilizzati;
6. asporto dei rifiuti.
L’assuntore del servizio dovrà possedere tutti i requisiti necessari e sufficienti per l’erogazione del servizio e la somministrazione degli alimenti che dovrà attestare al momento della manifestazione di interesse (es. 2 anni di attività di ristorazione, iscrizione REC, corso e esame REC, iscrizione Registro Imprese per la tipologia dell’attività da prestare).
L’importo annuale stimato ammonta a presunti € 7.500,00/anno, IVA esclusa, e che è intenzione di questa amministrazione indire la gara per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022 a partire da settembre 2017, e che, pertanto, l’importo stimato complessivo per 5 anni ammonterebbe a 37.500 €, IVA esclusa;
Il servizio dovrà svolgersi presso i locali messi a disposizione dell’amministrazione ubicati al 3° piano della casa comunale, per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 e eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022 a partire da settembre 2017.
Il servizio verrà aggiudicato all’offerta ritenuta più vantaggiosa per l’amministrazione comunale, dando atto che verranno prese in considerazione solamente le offerte che presenteranno un ribasso percentuale sugli importi posti a base di gara che risultano essere i seguenti:
• €/pasto 9,50 (nove/50) – IVA compresa – per la preparazione somministrazione del pasto;
• €/ora 17,90 (diciassette/90) – IVA compresa - per l’assistenza agli scolari dalle ore 12.00 alle ore 14.00.
Si precisa che all’assuntore del servizio dovrà verrà applicato un rimborso forfettario di €/anno 50,00 per l’utilizzo del locale di preparazione dei pasti e dovrà provvedere, a sua cura e spese, alla fornitura delle bombole GPL (tipo uso casalingo) per la cucina.
Non sono ammesse offerte in rialzo.
Il presente avviso contiene le norme e le modalità di partecipazione alla gara e deve considerarsi integrato con le varie disposizioni di legge vigenti di settore che ne costituiscono parte integrante e sostanziale.
Alla ditta affidataria del servizio NON verrà nel modo più assoluto assicurato un minimo garantito.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di consegnare i lavori in via d'urgenza il servizio.
Il pagamento del corrispettivo sarà effettuato a seguito di redazione di “tabulato presenze” predisposto dall’ufficio di segreteria ed entro gg. 30 dalla data di ricevimento della relativa fattura.
In caso di rinuncia dell’operatore economico all’esecuzione delle prestazioni o di revoca dell’affidamento da parte dell’Amministrazione, sarà corrisposto un importo in relazione alle prestazioni effettuate.
L’esecuzione dell’incarico in oggetto è finanziato con fondi di bilancio comunale.
Atteso che il servizio, in sede di gara, era stato calibrato su 9/10 bambini, ma che nell’anno scolastico 2019-2020, prima della sospensione a causa dell’emergenza COVID-19, la frequenza è stata in media di 4 bambini.
Tale riduzione ha comportato una notevole riduzione del corrispettivo legato al numero di pasti erogati.
La ditta ci ha comunicato le seguenti perdite:
• nell’anno 2019 ammonta a € 2.200,00;
• nell’anno 2020 sino al mese di febbraio abbiamo sostenuto costi per € 300.

Riferimenti normativi

Dlgs 50/2016 e CC artt. 1467 e 1664.

Ipotesi di risoluzione da parte dell'ente

-

Quesiti

Si chiede se, a fronte della consistente riduzione del numero di bambini utilizzanti il servizio mensa (in pratica 50% su cifre che già non lasciavano margini di guadagno), considerato che tale situazione era imprevedibile, trovi applicazione l’istituto giuridico della “eccessiva onerosità” disciplinato dall’art. 1467 del Cc., che assume rilievo secondo la norma speciale di cui all’art. 1664, comma 1 del Cc, e, di conseguenza, sia possibile per la stazione appaltante procedere ad un’integrazione del corrispettivo per correggere l’intervenuto disequilibrio di valore tra le prestazioni convenute (cfr Corte di Cassazione – Sentenza n. 14639-2018).

Avviso , documento , peso 110,91 KiloByte

Aggiudicazione , documento , peso 489,85 KiloByte

Risposta del consulente 23 Luglio 2020

Consulente: Consulenti legali del CELVA

Affidamento del servizio di refezione scolastica e assistenza A.S. 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 ed eventuale rinnovo 2020/2021 e 2021/2022

parere pdf , documento , peso 2,49 MegaByte

parere firmato digitalmente , documento , peso 120,62 KiloByte

Quesito 12 di 939